ELETTORALE - Voto assistito

Servizio attivo

Gli elettori fisicamente impediti (i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità), possono esercitare il proprio diritto di voto con l'aiuto di un elettore della propria famiglia

A chi è rivolto

Ai cittadini affetti da grave infermità.

Descrizione

In mancanza di un elettore della propria famiglia, gli elettori fisicamente impediti possono usfruire dell'aiuto di un altro elettore scelto come accompagnatore, purché sia iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi comune italiano.
L'impedimento potrà essere dimostrato: con certificato medico rilasciato gratuitamente dalla locale sede ASL; in alternativa, al fine di evitare di doversi munire di volta in volta, in occasione di ogni consultazione, dell'apposito certificato medico, gli elettori fisicamente impediti possono preventivamente chiedere all'ufficio elettorale del proprio Comune l'annotazione permanente del diritto di voto assistito sulla propria tessera elettorale. Tale annotazione consentirà l'ammissione al voto assistito senza ulteriori formalità, anche in occasione di successive consultazioni elettorali.

Come fare

Presentare domanda indirizzata al Sindaco, utilizzando il modello disponibile presso l’Ufficio Elettorale Comunale. Il modello è scaricabile cliccando su “domanda voto assistito” presente in questa sezione.
Alla domanda occorre allegare la documentazione sanitaria attestante esplicitamente che l’elettorale è impossibilitato ad esercitare autonomamente il diritto di voto.
Nel caso in cui la richiesta dell’annotazione permanente venga presentata da elettore non vedente è sufficiente l’esibizione del libretto nominativo di pensione rilasciato dall’INPS (in precedenza Ministero dell’Interno) nel quale sia indicata la categoria “ciechi civili” e uno dei relativi codici attestanti la cecità assoluta ( 06, 07, 10, 11, 15, 18, 19).

Cosa serve

  • Richiesta debitamente compilata e firmata
  • Documento d'identità
  • Tessera elettorale rilasciata dal Comune di San Carlo Canavese
  • Certificato medico attestante l'impossibilità ad esprimere il diritto di voto

Cosa si ottiene

L'ammissione permanente al Voto Assistito per l'elettore affetto da grave infermità.

Tempi e scadenze

La pratica deve essere conclusa prima della tornata elettorale.

Accedi al servizio

Puoi accedere a questo servizio contattando o recandoti presso l'ufficio competente.

Vincoli

Informazioni per l'accompagnatore

  • Nessun elettore può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un invalido;
  • Sulla tessera elettorale dell'accompagnatore, all'interno di uno degli spazi per la certificazione del voto, è fatta apposita annotazione del Presidente del Seggio nel quale l'elettore di fiducia ha assolto a tale compito scrivendo testualmente: "Accompagnatore" (data, sigla del Presidente), senza apporre il bollo della sezione.
  • Il Presidente, prima di consegnare la scheda, deve richiedere la tessera elettorale anche all'accompagnatore dell'elettore impedito, per assicurarsi che egli sia elettore e che non abbia già svolto la funzione di accompagnatore;
  • Accertarsi, con apposita domanda, che l'elettore accompagnato abbia liberamente scelto il suo accompagnatore e ne conosca il nome e cognome.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Documenti

Argomenti:

Pagina aggiornata il 21/03/2024